Chiedimi se sono felice

Il giro è lungo: CaramellaMenta mi ha parlato di Simone un po’ di tempo fa, poi l’ha invitato alla GGD8, l’ho conosciuto e mi sono messa a farmi i fatti suoi.
Il caso vuole che Simone in questi giorni si stia accingendo a scrivere il suo secondo (terzo?) libro e che io ogni tanto lasci dei commenti in giro.
Stamattina ho letto l’intro che ha scritto e ne ho rubato una citazione che trovo molto bella, per metterla come stato su Gtalk:

[..] non sottovalutare le cose gratuite. Spesso il prezzo che paghiamo per qualcosa non ha un corrispettivo nel valore della cosa stessa. Respiriamo aria gratis, ma se smettessimo per cinque minuti, saremmo tutti morti.

Un amico legge la frase e mi pinga:

P ti sei data alle sette? non nel senso di una sveltina la mattina, ma nel senso di organizzazioni religiose 😛
F uh?
P ho letto quella cosa che linki nel tuo messaggio di stato, sto brunozzi.it
F lol! molto settario, in effetti.. di mestiere fa l’evangelist 😛

(..il libro parlerà di Simone, della felicità, e probabilmente anche di te, visto l’approccio open e la ricerca di continuo confronto che Simone lancia dal suo blog.. Io lurko in zona 😉)

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Simone Brunozzi scrive:

    LOOL 🙂
    Grazie Frieda.

  2. Frieda scrive:

    A te! Mr. P tira fuori del suo meglio solo quando ne vale la pena 😉

  3. J B scrive:

    “I can’t buy what I want because it’s free” (Pearl Jam, 1994)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *