Wikipedia censurata in UK

Quasi troppo grossa per sembrare vera..
La IWF (Internet Watch Foundation) ha blacklistato una pagina di en.wiki bloccando di fatto l’accesso ad essa a circa il 95% dei navigatori britannici, perché la blacklist viene adottata “automaticamente” da quasi tutti gli ISP del Regno Unito. Effetto collaterale del blocco è l’impossibilità di editare su pedia:

Normally, the IWF blacklist would have the effect of making it impossible for UK internet users to view the page in question. However, in the case of Wikipedia, the block has had the additional -and extremely damaging- side effect of disenfranchising UK-based Wikipedia editors, by making it impossible for them to edit the encyclopedia. Here’s how that happened: Once Wikipedia was added to the IWF blacklist, access to Wikipedia through participating UK-based ISPs began being routed through a transparent proxy server, which means that different internet users in the UK could then no longer be distinguished from each other by IP address. (They all appear, to a site like Wikipedia, to be the same person.) As a consequence of all UK visitors now appearing indistinguishable to Wikipedia, Wikipedia’s protective mechanisms against abusive editing are inevitably triggered, and all UK visitors from blacklist-affected ISPs are indiscriminately unable to edit Wikipedia.

(dalle FAQ di WMF, v. oltre)

# ISP issue: Several ISPs are using proxies that route all Wikimedia traffic through a single IP address. This makes it much more difficult for Wikipedia to administer the website, because thousands of users are all sharing the same identifier. Because of this and a small number of vandals amongst the thousands, these IP addresses are blocked from editing anonymously. This harms both the project itself and UK users’ experience of it.
# ISP issue: At least some of the proxying ISPs (TalkTalk, Virgin Media/Tesco, Be/O2/Telefonica) do not add X-Forwarded-For headers to their HTTP requests. This effectively anonymizes all the remaining requests to Wikipedia, making it more difficult to handle any other case of illegal activity from an anonymous contributor behind the proxy.

(dalla miscellanea su en.wiki, v. oltre)

Il motivo è molto discutibile: l’immagine dell’album Virgin Killer degli Scorpions è pedopornografica perché mostra una bambina nuda. L’immagine è del 1976 e da allora fa scalpore, ma soprattutto quella pagina è online almeno dal 3 luglio 2005.

In Italia la notizia per ora è arrivata solo su Quotidiano.net (il Resto del Carlino, Nazione, il Giorno) che probabilmente teme la censura nostrana, perché riporta l’immagine pixelizzata e Download blog.

Qui il comunicato stampa di WMF e le FAQ, e un’intervista del press contact inglese; su en.wikinews lo special report con l’intera vicenda (mentre it.wikinews tace).

@update: ci è arrivato anche il Corriere, con un titolo assolutamente fuorviante (Wikipedia censura la copertina degli Scorpions), corretto dopo che ho scritto alla redazione in un più consono “Wikipedia censurata per la copertina degli Scorpions”-
Qui una miscellanea di informazioni su en.wiki.

@update: la notizia è appena passa in tv su TGcom.

@update: Attenzione, Wikipedia è recidiva! La foto di Nick Ut ha vinto un Pulitzer ed è stata pubblicata dalla Associated Press.. (su segnalazione di Jollyroger)

@update: nel comunicato stampa il General Counsel di Wikimedia, Mike Godwin affermava:

We believe it’s worth noting that the image is currently visible on Amazon, where the album can be freely purchased by UK residents. It is available on thousands of websites that are accessible to the UK public.

secondo il Guardian Amazon è probabilmente il prossimo sito a finire in blacklist.

@update: il post sul blog dell’Open Rights Group (una organizzazione britannica il cui scopo è preservare i diritti e le libertà digitali) oltre a riassumere degnamente la vicenda, pone degli interrogativi interessanti (è un problema di processo dell’IWF? degli ISP che adottano ciecamente la blacklist? o è un problema più grosso di censura?)

@update: su Anorak la top20 dei bambini sulle copertine degli album musicali

In honour of the Wikipedia album cover ban – The Scorpions album cover (Page 14) has been purged from the UK’s internets – Anorak has compiled the 20 Best Children On Album Covers Of All Time. None have been banned. Some should just never have happened

You may also like...

3 Responses

  1. .mau. scrive:

    poi il Corsera l’ha corretto, il titolo.
    Amazon (ma lo sai) ha tolto di nascosto la copertina…

  2. Frieda scrive:

    Su amazon.co.uk è stata tolta circa un giorno e mezzo fa, sul .com non so esattamente quando ma gli utenti la stanno ricaricando come “customer image”.. (i miracoli del web 2.0)

  1. 22 agosto 2011

    [...] foto di copertina dell’album Virgin Killer (1976!) degli Scorpions che mostra una bambina nuda ([1] e [...]